Pozzuoli

Pozzuoli

L’antica città di Pozzuoli fu fondata nel 528 a.C. da un gruppo di esuli sami, con il nome di Dicearchia (governo giusto), ed in seguito passò sotto il governo dei sanniti. Con la conquista romana (228 a.C.), fu ribattezzata Puteoli (per via delle numerosi sorgenti di acque termo-minerali) e cominciò ad acquisire sempre maggiore importanza, con il porto che divenne fondamentale per gli scambi commerciali.

Visiteremo l’Anfiteatro coi suoi 149 metri di altezza,è per grandezza il terzo in Italia dopo il Colosseo e l’Anfiteatro di Capua.

L’edificio, in tre ordini di arcate, era circondato da un portico ellittico che sorgeva su di una platea in travertino i cui pilastri in piperno furono sostituiti, con grandi colonne di laterizio.

Dei tre ordini di gradinate della cavea ne restano due; la capienza era di circa 40.000 spettatori. Due scale nei lati lunghi conducono agli imponenti sotterranei perfettamente conservati, tre profondi corridoi, quaranta celle al piano inferiore, altre quaranta, destinate alle belve, al piano superiore.

Successivamente raggiungeremo il Macellum E’ tra i monumenti più significativi e facilmente visitabili del periodo in cui la colonia romana Pozzuoli, e tutti i Campi Flegrei, avevano una ricca e florida attivitàcommerciale portuale.Fu considerato il luogo del culto del dio Serapide per via del ritrovamento di una statua del dio nel XVIII secolo. Ma in realtà siamo in presenza dei resti del mercato pubblico (macellum) di Puteoli nel cuore del quartiere commerciale della città, presumibilmente costruito in epoca flavia tra il I-II secolo d.C.

Il tour non è disponibile il Martedi.